Notizie

Torna a Notizie

Nasce HUB FEGOTTO, la Rete d’Imprese di Contrada Fegotto

Rappresentata e guidata per i prossimi due anni da Sicilgesso, si pone l’obiettivo di valorizzare la competitività della zona industriale di Calatafimi Segesta, con l’obiettivo di generare un impatto economico e ambientale positivo

 

 

 

Il progetto nasce dalla collaborazione di dodici imprese – AGRIMA, AUROFLEX, CANTINA SOCIALE San Francesco DI PAOLA, CEP, CIM, CORSO LEGNAMI, EDIL SIDER, ERES, FEGOTTO COSTRUZIONI, FRANCESCO MIRRIONE LEGNAMI, MELCAL, SICILGESSO – che hanno deciso di unire le forze ed innovare creando un piano d’azione per superare i limiti dimensionali e realizzare progetti concreti per il territorio locale.

Insieme, per guardare al futuro, dunque. Alla presenza del Notaio Claudia Ingrao ieri è stato siglato il protocollo della Nuova Rete HUB FEGOTTO che sarà rappresentata e guidata, per i prossimi due anni, dall’Ing. Alberto Di Cristofalo, General Manager della Sicilgesso S.p.A., storica azienda locale con sede in contrada Fegotto dal 1963.

Oggi iniziamo un nuovo percorso – commenta il neo eletto Presidente dell’Hub Fegotto, Ing. Alberto Di CristofaloAbbiamo come obiettivo quello di instaurare un dialogo aperto e proficuo con tutte le parti interessate per dare profondo valore al territorio ed essere un punto di riferimento strutturato nel panorama delle imprese innovative che rispondono ad esigenze concrete. Ogni socio della rete concorrerà ad analizzare gli interessi e le problematiche comuni all’area industriale di Contrada Fegotto con l’obiettivo di migliorare lo sviluppo e la competitività, promuovere la formazione e la cultura di impresa.”

Attraverso un piano operativo già delineato i retisti hanno definito un percorso chiaro per valorizzare la territorialità: portare la fibra ottica in tutta l’area, intervenire sul Piano Urbanistico Generale (PUG) per migliorare la viabilità e l’illuminazione della rete stradale, promuovere la sicurezza dell’area e pianificare eventuali interventi per ridurre il rischio di eventi lesivi, valutare l’opportunità di fondare una comunità energetica volta a ridurre l’impatto ambientale, favorendo il processo di sviluppo delle energie rinnovabili, ed aumentare l’efficientamento energetico delle imprese, che, grazie alla riduzione dei costi potrà aumentare la capacità competitiva.

I promotori hanno scelto la ‘rete di imprese’ quale meccanismo giuridico che permette alle diverse realtà di condividere un percorso comune senza dover creare nuove entità societarie, mantenendo le loro attività principali e predominanti. Un approccio che si auspica diventi presto un modello virtuoso e che segue una logica pienamente allineata al concetto di sostenibilità ESG in termini di ottimizzazione dei risultati economici, sociali ed ambientali di ogni azione.

 

Nasce a Calatafimi Segesta la rete Hub Fegotto, intesa fra 12 imprese

author avatar
Stefania Bacchini
Torna a Notizie